Mare d'inverno... Ovvero Montemarcello, Tellaro, Lerici, Portovenere

Mese: Febbraio
Distanza: Milano/ Montemarcello circa 250 km
Durata: Due giorni
Alloggio: "Il fortino" a Montemarcello, antico forte costruito in difesa del golfo di La Spezia in parte restaurato in modo filologico con all'interno (ad entrata libera) il museo del ciclismo. (indico il nome soltanto perchè l'ho trovata davvero un'ottima sistemazione, interessante anche come location per via della sua storia).
Comuni visitati: Lerici, Montemarcello, San Terenzio Tellaro, Portovenere e sulla via del ritorno abbiamo fatto anche un giretto a Piacenza.
Non siamo riusciti a recarsi a Punta Corvo per via della pioggia del secondo giorno di viaggio, ma ci sarebbe piaciuto moltissimo e abbiamo visto arrivando Bocca di Magra dove il fiume si butta nel mare.

Bocca di Magra:
Panoramica dall'alto (andando verso Montenarcello) eccezionale, il fiume Magra che si tuffa nel mare.
E' un delizioso paese di pescatori e nell'organizzare il viaggio è stata una delle alternative al borgo di Tellaro ( troppo caro per le mie tasche) che avevo valutato, meno panoramica di Montemarcello ma con accesso diretto al mare.


NB: a LERICI e a SAN TERENZIO lo ZTL in inverno è chiuso ma è IMPOSSIBILE trovare un parcheggio gratuito, sono tutti a pagamento anche in bassa stagione, tra i due paesi se ne trova uno grandissimo in cui si paga un euro l'ora in bassa stagione e un euro e 50 in alta e permette di visitare entrambi i borghi, se no si paga provvedono a fare multe anche adesso che il parcheggio è vuoto (siamo stati testimoni).

Lerici:
Bella ma turistica perfino in Febbraio.
La parte più piacevole è rappresentata dalle vie strette del centro storico dove non ci sono negozi nè turisti (almeno in questa stagione) e dalle quali si gode di una splendida vista sul mare.
In primavera ed estate il castello che domina la collina dovrebbe essere visitabile noi abbiamo dovuto limitarci ad osservarlo dall'esterno.
Sul lungo mare abbiamo mangiato la focaccia più gustosa della nostra gita e non mi stancherò mai di consigliare a chiunque vada in Liguria nutritevii di focaccia e pesto per l'intero viaggio... qualcosa di strepitoso!
La passeggiata sul lungo mare che porta da Lerici a San Terenzio è graziosa adatta a tutti, piuttosto breve e panoramica, molto turistica.
Molte delle spiagge private chiuse in questa stagione sono proprietà dei gabbiani che stanno lì appollaiati al sole ed è particolare vedere la sabbia mossa solo dalle loro impronte.



Tellaro:
Vera perla, a noi è piaciuta molto di più di tutti gli altri paesi.
E' un grazioso borgo arroccato sul mare, dal porticciolo e dai vicini scogli è possibile vedere un tramonto strepitoso.
La chiesa è a picco sull'acqua e una leggenda vuole che nel 1600 quando, in una notte di tempesta, i pirati saraceni avevano pensato di invadere il borgo un grosso polipo avesse salvato il paese aggrappandosi alle corde della campana delle chiesa e suonandola, richiamando così l'attenzione degli abitanti.
Vale la pena di costeggiare la riva e poi perdersi nelle stradine, ci sono diversi ristoranti e locali dai prezzi abbastanza accessibili che permettono di assaggiare gli ottimi piatti di pesce liguri.
Noi dopo esserci goduti il tramonto abbiamo deciso di tornare in albergo e farci una doccia prima di dedicarci al borgo di Monetmarcello, contando sul bel tempo previsto dal meteo abbiamo lasciato per la domenica la spiaggia di Punta Corvo.
Nel tornare vediamo una vecchietta che guarda il cielo senza una nuvola e dice a un'amica "domani pioggia!" io penso "Sì come no... le previsioni danno caldo tutto il giorno"ma  signora batte meteo 1 a 0 e la spiaggia di punta corvo per questa volta, sfortunatamente salta.




Montemarcello:
Bellissimo paesino, con una vista meravigliosa... probabilmente... dato che noi il sabato la vediamo di notte e la domenica con un bel mare di nebbia.
Ma con il sole siamo sicuri che dal punto panoramico si goda di uno spettacolo eccezionale.
E' bello perdersi nelle viette strette piene di gattoni socievoli, un paio ci hanno anche seguito per dei bei tratti di strada.
Qui in Febbraio di turismo non ce n'è il che rende ancora più suggestivo il luogo.
Ci sono 3/4 ristoranti che permettono di cenare ottimamente, anche se lo facciamo raramente, dato il numero esiguo dei posti abbiamo dato un'occhiata in internet per decidere e non ce ne siamo pentiti.
In ogni caso prima di scegliere ci siamo dedicati a un giretto di perlustrazione per il paese.

CONSIDERAZIONI AGGIUNTE:
-I tre borghi sono collegati da sentieri pedonali, non so darvi ulteriori indicazioni ma on line sono facilmente reperibili, noi ci siamo mossi in macchina perchè avevamo davvero poco tempo e tante cose da vedere.
-Sono zone belle da fare in bicicletta ma abbastanza impegnative dato che le salite non mancano.

Portovenere:
Visitare Portovenere con pochissimi altri turisti è stato merito sì della bassa stagione, ma forse non ci resta che ringraziare anche la pioggia.
E' possibile parcheggiare lungo il mare, il costo è di 1 euro l'ora.
Il paese è grazioso, con piccoli negozietti e ristorantini, le vie sono strette e si inerpicano fino al castello (visitabile).
La chiesa di San Pietro su un promontorio a picco sul mare e l'adiacente grotta di Byron sono meravigliose e meritano una visita.
Da li si snodano sentierini che portano in alto e permettono una bellissima vista sul litorale.





Qui si conlcude il nostro giro in Liguria, CONSIGLIATO!
Luoghi meravigliosi che non deludono mai!
In inverno è un ottimo posto dove viaggiare perchè si può mantenere un budget basso e sopratutto si ha la possibilità di godersi paesaggi e mare senza stress.

forse con il rischio di un po' di nebbia....


Sulla via del ritorno ci siamo fermati a mangiare un gelato straordinario e vagare per le vie del centro della bellissima città di Piacenza che però meriterebbe una visita e un post tutto suo!