A casa di Dracula...

Bran è un piccolo villaggio non lontano da Brasov, non sarebbe nulla di speciale, simile agli altri graziosi paesini dispersi tra le montagne della Transilvania se qui non ci fosse il castello di Dracula.
In realtà con il vero Vlad non c'entra poi molto questa magnifica costruzione, infatti a Bran c'è il castello che ha ispirato il romanzo di Stoker anche se la tradizione vuole che il vero Vlad Tepes abbia realmente soggiornato qui per un periodo.
Tra realtà e fantasia rimane un bellissimo posto da visitare che è riuscito a mantenere una certa storicità non lesinando sulle attrazioni turistiche.
Mi spiego meglio...
Fuori dal castello vive un meraviglioso baraccone formato da un'infinità di bancarelle che vi venderanno tazze, magliette, quadretti, adesivi, palle di neve e qualsiasi altra cosa possiate immaginare con l'effige del castello, di un orso, di un vampiro o con la scritta Romania... l'apoteosi del kitsch e proprio per questo non potrete resistergli! Vi troverete con una tazza dai canini aguzzi nella destra, una calamita con la faccia di Nosferatu che cambia colore nella sinistra e in qualche modo con non so quale appendice starete tendendo sul il Kurtoskalacs (camino dolce) da cui sbocconcellerete fragranti e burrosi pezzi.
Una parte curiosa di questo baraccone è la casa delle paura a tema con attori veri... noi presi dalla voglia di risparmiare non siamo entrati pentendoci poi amaramente nei giorni a seguire... Il prezzo non è basso in relazione al luogo (20 lei... quasi quanto il castello vero) ma dicono ne valga la pena.


castello dei fantasmi


Tutto il caos esterno ha però permesso all'interno di mantenere un'aria sobria e storica da museo.
Anche se i mobili non sono del luogo e in taluni casi anche l'epoca è ben diversa è comunque affascinante girare per le stanza e la vista dalla torre sull'intero complesso e sulle montagne attorno è meravigliosa.
Non ci saranno attori i ne animazioni, ad eccezione di un ragazzo travestito da Dracula che fa foto con gli innumerevoli bimbi in visita.
Una parte del museo è dedicata al vero Vlad Tapes in relazione e confronto con il personaggio inventato da Stoker e al film tratto da libro.
Nel complesso il tutto risulta interessante e la visita sebbene non sia breve è sufficientemente dinamica da non risultare mai noiosa, anche per i bambini.
Una parte del museo è dedicata agli strumenti di tortura, è una mostra a parte e come tale va acquistato un altro biglietto, personalmente ho visto molti musei a tema e per di più non mi sono mai piaciuti, mi fanno una certa impressione, quindi non posso proprio dirvi nulla...
A questo link trovate tutti i dettagli che possono esservi utili orari prezzi ecc: castello di Bran
Una visita la merita, sebbene non sia il più affascinante che ho visitato in Transilvania non avrei mai resistito alla tentazione di visitare il castello di Dracula!
Quando siamo arrivati noi pioveva a dirotto e faceva davvero freddo                    (eravamo vicini alla metà di Agosto) ciò ci ha dissuaso dal dormire in campeggio nonostante fosse una delle poche mete in cui avevo trovato un camping attrezzato e vicino al centro.
Non è comunque difficile trovare un stanza a buon prezzo, alcune pensioni e cabane sono molto graziose, se prenotate informatevi sulle condizioni della strada per arrivarci, talvolta si trovano leggermente fuori dal centro e potrebbero esserci strade sterrate (come nel nostro caso), nulla di problematico comunque.
Le possibilità per mangiare a Bran non mancano, il mio consiglio è di allontanarvi leggermente dal centro troverete ristoranti davvero tipici e poco turistici a un prezzo nettamente migliore, noi abbiamo mangiato benissimo, carne arrostita, zuppa e patatine, spendendo davvero poco.
Per visitare il castello è sufficiente un pomeriggio, potete fermarvi a Bran e dedicarvi così a una giornata di relax oppure soggiornare a Brasov e recarvi in giornata al castello, nel secondo caso partite con un buon anticipo, si tratta di una meta molto turistica le code in auto non mancano e sicuramente la troverete anche alla cassa per procurarvi il biglietto.
Nei nostri piani c'era di visitare Brasov al mattino e soggiornare a Bran ( dai costi più accessibili) visitando il castello al pomeriggio, la pioggia scrosciante ci ha convinto a correre verso la nostra pensione quindi, purtroppo non siamo riusciti a dedicare il giusto tempo alla città di Brasov... solo un breve tour in moto sotto una pioggia torrenziale.



Interno


Roseto e castello a lutto per la morte della Regina


Etichette: , ,